Carica 104, la rivolta degli insegnanti alla base dell’inchiesta: come sono nate le rilevazioni

C’è un esposto congiunto firmato da ben 44 insegnanti di scuola primaria alla base della maxi inchiesta denominata “La carica delle 104”. Una vera e propria rivolta di maestre che, vedendosi scavalcare ripetutamente in graduatoria grazie ai benefici quantomeno sospetti ottenuti grazie alla 104, hanno deciso di presentare alla Digos un dossier con nomi, cognomi, parentele e circostanze che apparivano fin da subito poco chiaro. 

E’ questo il principale elemento emerso questa mattina alla ripresa del processo scaturito dalla maxi operazione della Digos. A raccontarlo, chiamato a testimoniare dal pm Paola Vetro, è il vicequestore Carlo Mossuto, ex capo della Digos, fresco di promozione a primo dirigente. Un’udienza, quella celebrata davanti i giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Agrigento presieduta da Wilma Angela Mazzara con a latere i giudici Fulvia Veneziano e Micaela Raimondo, non priva di scintille a suon di opposizioni tra le parti. 

Leggi anche altri post su Agrigento o leggi originale
Carica 104, la rivolta degli insegnanti alla base dell’inchiesta: come sono nate le rilevazioni


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer