Caporalato, operazione “Ponos”, otto fermi: giro d’affari da un milione di euro l’anno (i nomi)

di Irene Milisenda e Giuseppe Castaldo

E’ in corso ad Agrigento, in Procura, la conferenza stampa con la quale il procuratore della Repubblica di Agrigento, Luigi Patronaggio e il sostituto Gloria Andreoli, presenti il col. Giovanni Pellegrino ed altri ufficiali dei militari dell’arma, stano spiegando la ratio dell’operazione “Ponos” (divinità greca depositaria dello spirito del lavoro duro e della fatica) che oggi ha portato al fermo di otto persone che sfruttavano decine di lavoratori con azioni di caporalato: Veronica Cicokova e la madre residenti a Campobello di Licata; il palmese Rosario Ninfosì, Emiliano Lombardino di Porto Empedocle; Rosario Vasile di Campobello di Licata, Giovanni Gurreri di Agrigento e Nicola Stan che abita a Campobello.

Le investigazioni, svolte con numerosissimi servizi di pedinamento e con un complesso sistema di intercettazione e di riprese video, hanno svelato l’esistenza di una complessa organizzazione che sfruttava privo di scrupoli …
Leggi anche altri post su Agrigento o leggi originale
Caporalato, operazione “Ponos”, otto fermi: giro d’affari da un milione di euro l’anno (i nomi)


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer