Capodanno, a Catania il tradizionale tuffo in mare sfidando il freddo

0
Capodanno, a Catania il tradizionale tuffo in mare sfidando il freddo
Capodanno, a Catania il tradizionale tuffo in mare sfidando il freddo

Sessantesima edizione quest’anno per la San Silvestro a Mare, il tradizionale tuffo nel porticciolo di Ognina, a Catania. E quest’anno i nuotatori hanno stravinto sui pallanuotisti: si è aggiudicato gli assoluti Federico Mammola, giovane nuotatore della Poseidon, secondo Diego Platania anche lui nuotatore, terzo il pallanuotista Andrea maglia. Scenario mozzafiato quello del porticciolo di Ognina: c’è il mare d’inverno e alla spalle l’Etna innevato. Tra i 101 partecipanti, divisi in otto batterie, anche l’assessore allo sport Sergio Parisi, già presidente della Fin, la Federazione italiana nuoto.

«Non dovevo farlo il tuffo quest’anno – ha detto l’assessore Parisi – così come avevo promesso a mia mamma. Ma è stato più forte di tutto: questo appuntamento non è solo la fine di un anno, ma è la celebrazione di una stagione agonistica per i nostri atleti e poi una consuetudine augurarsi il buon anno con un tuffo a mare…».

Nell’anno delle sessanta candeline un plauso è andato al veterano Antonino Aventaggiato, giudice impeccabile per la sessantesima volta. Da quando quel gruppo di amici e tra questi il compianto lallo Pennisi decise per quel tuffo ad Ognina con l’acqua gelida. A lui quest’anno è stato consegnato dal Comune l’elefantino d’argento, un premio alla costanza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui