Capimafia arrestati, “salta il tappo” La violenza dei nuovi boss


PALERMO – “L’arresto di Filippo Bisconti e Salvatore Sciarabba ha tolto il tappo”, narra chi è bene informato sulle dinamiche mafiose di Belmonte Mezzagno. Qualcuno, nel paese in provincia di Palermo, ha deciso di dettare le regole a colpi di fucile e pistola. L’ultimo episodio è avvenuto ieri pomeriggio, quando due killer hanno sparato contro Giuseppe Benigno.

L’8 maggio scorso furono usate due armi per uccidere Antonio Di Liberto. Sei colpi esplosi frontalmente con una pistola calibro 7.65 mandarono in frantumi il parabrezza della Bmw e uno raggiunse il commercialista alla testa. Quindi un killer imbracciò il fucile, si avvicinò alla macchina e mirò al fianco e al collo. Nessun testimone in via Umbria, una strada privo di uscita con una sola via di …
Leggi anche altri post su Palermo o su Catania o leggi originale
Capimafia arrestati, “salta il tappo” La violenza dei nuovi boss


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer