Capaci, chi è l’ex poliziotto incolpato dal pentito Riggio. «Diceva: “Dobbiamo fare dei favori alla parte politica”».

«Lui mi faceva paura». Pietro Riggio non sa che l’amicizia con quell’ex poliziotto conosciuto nel ’98 durante la detenzione nel carcere militare di Santa Maria Capua Vetere lo porterà, di lì a poco, a temere per la sua vita. All’inizio quello non è che un detenuto come tanti altri. Se ne sta nella cella numero 9, insieme a un sovrintendente e a un ispettore della polizia, detenuti anche loro. Mentre Riggio si trova nella 13, a poca distanza da lui. Entrare in contatto è quasi inevitabile. «Con una scusa o con l’altra mi hanno coinvolto inizialmente come amicizia. Scambiavamo delle idee, delle cose, fino a quando il discorso non venne fuori. “A noi interessa che tu vieni a fare parte, diciamo, di una organizzazione”», gli dicono i vicini di cella, …
Leggi anche altri post su palermo o leggi originale
Capaci, chi è l’ex poliziotto incolpato dal pentito Riggio. «Diceva: “Dobbiamo fare dei favori alla parte politica”».


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer