Capaci bis, il pentito Riggio tira in ballo i libici. «Disse che si erano avvalsi dei servizi segreti»

Ci sarebbe stata anche la mano dei servizi segreti libici dietro la strage di Capaci del 23 luglio ’92? Ne è convinto il pentito di mafia Pietro Riggio, che il   avrebbe raccontato ai pm di Caltanissetta che indagano sull’omicidio del giudice Falcone, della compagna e degli uomini della sua scorta, così come sulla strage di via D’Amelio. 

Riggio aveva già citato il nome di un ex poliziotto che avrebbe, sempre secondo il collaboratore di giustizia, giocato un ruolo di primo piano nell’organizzazione della strage, piazzando addirittura l’esplosivo. «Mi disse che si erano avvalsi per la strage di Capaci dei servizi segreti libici» avrebbe detto il pentito, come rivelato dall’Adn Kronos. Una storia che Riggio avrebbe raccontato anche a una persona con cui era detenuto

«Glielo raccontai e questi mi disse che effettivamente Leggi anche altri post su palermo o leggi originale
Capaci bis, il pentito Riggio tira in ballo i libici. «Disse che si erano avvalsi dei servizi segreti»


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer