notizie

Cantieri navali, a Palermo in agitazione gli operai della Isolfin



Va avanti il blocco del lavoro straordinario alla Isolfin. Pure oggi gli impiegati dell’azienda dell’indotto Fincantieri hanno messo in atto lo contestazione scattata nel weekend con il blocco delle ore di straordinario da eseguire nelle giornate di sabato e domenica.

Lo stato di agitazione e stato proclamato dalla Fiom da quando l’Isolfin spa, che si cura di verniciatura, lavaggio e carenaggio navi, ha dichiarato l’intenzione di cedere il ramo d’azienda «settore tecnico del navale», che allo stabilimento di Palermo occupa 48 impiegati, alla Gap coating srl. Da subito si continuerà con lo stop allo straordinario fino a quando non sarà stabilita la data per l’esame congiunto chiesto unitamente alla Fiom nazionale e alle altri sedi dove la Isolfin e presente.

Stamattina Fiom Palermo e Cgil Palermo hanno richiesto un incontro alla Prefettura, congiuntamente alla stazione appaltante Fincantieri e a Isolfin. «Abbiamo chiesto un incontro per fare celebrità sull’annunciata vendita del ramo d’azienda, comunicazione che ha creato forti preoccupazioni tra gli impiegati, poichè la vendita viene giustificata con generiche esigenze organizzative, e perché viene attivata a favore di un’impresa di minori dimensioni societarie, con tutto ciò che inesorabilmente ne può conseguire», scrivono il segretario generale Fiom Cgil Palermo Francesco Foti e il segretario generale Cgil Palermo Mario Ridulfo.

«Altresi – aggiungono Foti e Ridulfo – intendiamo pure sollecitare la conclusione dell’iter per i 7 impiegati che ad oggi restano disoccupati della ex Picchettini-Spavesana. La Prefettura ha dato un importante contributo per la risoluzione delle vertenze delle due società cooperative, in modo che gli impiegati venissero assorbiti nella parte interna della Isolfin spa, che ha avuto concessi gli appalti dello stabilimento Fincantieri di Palermo. Riteniamo opportuno domandare sia alla stazione appaltante che ad Isolfin l’inserimento nel ciclo utile di questi ultimi 7 impiegati ancora non assunti».


The post in italian is about:
Shipyards, Isolfin workers in agitation in Palermo

The block of overtime work continues at Isolfin. Even today the workers of the Fincantieri related company have implemented the protest taken ...

L’article en italien concerne :
Chantiers navals, travailleurs d'Isolfin en agitation à Palerme

Le bloc des heures supplémentaires se poursuit chez Isolfin. Aujourd'hui encore, les travailleurs de l'entreprise liée à Fincantieri ont mis en œuvre la protestation prise ...

Show More