Cannizzaro, il ministero vuole chiarezza su Ginecologia. «Dal caso Milluzzo alle segnalazioni quasi giornaliere».

Viene bollato come «iperafflusso» con reparti pieni di pazienti e letti sistemati alla bell’e meglio per garantire comunque le cure necessarie. Il palcoscenico è l’unità operativa di Ginecologia e ostetricia dell’ospedale Cannizzaro di Catania. Recentemente finita sotto la lente d’ingrandimento del ministero della Salute. Al centro della vicenda ci sono le denunce del sindacato Nursid. L’ultima, in ordine di tempo, è stata inviata al dicastero retto da Roberto Speranza nei giorni scorsi. «Lo abbiamo fatto – spiega a MeridioNews il segretario territoriale Salvo Vaccaro – dopo le nostre continue segnalazione all’azienda che sono state puntualmente sminuite». Così la denuncia inviata a Roma è ripartita in direzione Sicilia per arrivare sul tavolo dell’assessorato regionale alla Salute

«Da Palermo hanno dato al Cannizzaro 15 giorni
Leggi anche altri post su catania o leggi originale
Cannizzaro, il ministero vuole chiarezza su Ginecologia. «Dal caso Milluzzo alle segnalazioni quasi giornaliere».


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer