EnnaPalermo

Caltavuturo, “Indemin Nesc?” il nuovo singolo dei Kalaat dedicato a Roberto Sottile

Questo contenuto e stato archiviato ! potrebbe non essere più rilevante

#Enna

Con esattezza a un anno dalla precoce e improvvisa dipartita del insegnante di linguistica italiana all’Università degli Studi di Palermo Roberto Sottile,

il quartetto folk-rock caltavuturese ha reso pubblico un brano dedicato alla sua memoria. I Kalaat hanno arrangiato un brano degli “Hemera”, gruppo capitanato proprio da Roberto Sottile alla voce insieme a Francesco Giardina e Alessandro Capizzi alle chitarre, Piero Monteleone al basso e Domenico Inguaggiato alla batteria. Il professore di Caltavuturo scrisse il testo di “Indemin Nesc?” (lingua amarica che significa “Come stai?”) nel suo dottorato in Africa per sensibilizzare sulla sottomissione della donna africana e sulle terribili pratiche a cui viene sottoposta (come l’infibulazione). Donna africana che appare nella copertina del singolo lanciato oggi dalla band e creata da Lisa Benvissuto, studentessa caltavuturese dell’Accademia delle Belle Arti.
Il video della canzone la sera del 7 agosto 2022 in una cornice spettacolare quale e il Dedalo Festival di Caltabellotta e sarà disponibile sul canale YouTube (raggiungibile attraverso questo link e nella pagina Facebook dei Kalaat (raggiungibile attraverso quest’altro link a partire dalle ore 21.30 di oggi.
Riccardo Rizzitello


PAGN2663 => 2022-08-07 17:29:00

Enna

Show More