Cade l’accusa in appello Hotel Ponte, due assoluzioni

PALERMO – Non regge l’accusa di malversazione. La prima sezione della Corte d’appello, presieduta da Adriana Piras, giudici a latere Mario Conte e Luisa Anna Cattina, ha assolto Marcella Ponte e la madre Lidia La Magna. In primo grado erano state condannate rispettivamente a 8 mesi e un anno (pena sospesa).

Secondo l’accusa, una società del gruppo Ponte avrebbe ottenuto 230 mila euro di fondi dall’Unione europea per la ristrutturazione dell’hotel di piazza XIII Vittime, ma non li avrebbe utilizzati e comunque non sarebbero stati rispettati i vincoli stabiliti dall’Ue. L’edificio nei pressi di via Crispi fu sequestrato nel 2013 proprio in seguito a questa indagine.

Era stata inoltre disposta la confisca per equivalente del contributo regionale di 238.000 euro. Secondo …
Leggi anche altri post su Palermo o su Catania o leggi originale
Cade l’accusa in appello Hotel Ponte, due assoluzioni


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer