Botti illegali, i finanzieri ne scoprono oltre 100 chili

    17

    Il gruppo Pronto impiego della Guardia di finanza di Palermo ha condotto importanti interventi di repressione, sequestrando oltre 100 chili di “botti” e denunciando all’Autorità giudiziaria due palermitani.
    L’attività dei “Baschi verdi” si è svolta in diverse zone del capoluogo siciliano.
    I controlli espletati dai finanzieri, estesi dalla comune “bancarella” abusiva agli esercizi pubblici ed edifici privati sia del centro che di periferia, hanno portato al sequestro di oltre un quintale di fuochi d’artificio di vario tipo e di fabbricazione, prevalentemente provenienti dalla Repubblica popolare cinese, tra cui fontane, petardi e cilindri esplosivi, privi delle previste licenze, della obbligatoria etichettatura e del marchio “Ce” comprovante il rispetto dei requisiti di sicurezza.
    In particolare, grazie all’efficace attività info-investigativa, il materiale sottoposto a sequestro è stato rinvenuto presso le abitazioni dei responsabili, C.S.
    e C.D., entrambi palermitani.




  • CONDIVIDI