Bloccati i lavori del pronto soccorso al Garibaldi. Maestranze in sciopero: «Due mesi privo di paga»

Cantiere arenato e braccia incrociate. I lavoratori del cantiere del futuro pronto soccorso dell’ospedale Garibaldi centro di Catania sono entrati in sciopero da stamane. In azione anche il sindacato Filca Cisl etneo parlando di «gravi inadempienze contrattuali» da parte della società che in subappalto si sta occupando delle opere di carpenteria, un’azienda di costruzioni con sede a Mola di Bari. 

L’appalto integrato dell’opera – un padiglione di quattro piani destinato a ospitare il nuovo reparto di emergenza del Garibaldi, al posto della vecchia palazzina dell’ex reparto malattie infettive – risulta invece aggiudicato dall’associazione di imprese Visir spa.

In via Fabio Filzi, stamane, le maestranze hanno messo in piedi un presidio di protesta. «Stiamo per arrivare già a due mesi di stipendio non pagati – spiega il segretario …
Leggi anche altri post su catania o leggi originale
Bloccati i lavori del pronto soccorso al Garibaldi. Maestranze in sciopero: «Due mesi privo di paga»


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer