EventiEventi Palermo

“Biodivino”, a Monreale la diciottesima edizione del concorso enologico internazionale

Sarà la bellissima cornice dell’Abbazia benedettina di San Martino delle Scale a Monreale a accogliere, dal 23 al 26 giugno prossimi, la 18esima edizione di Biodivino, il concorso enologico internazionale presentato il passato 11 aprile al Vinitaly a Verona, nell’area istituzionale della Regione Sicilia.

Un “viaggio di assaggi”, organizzato dall’associazione Italiabio, dedicato ai vini biologici e biodinamici che, grazie al partenariato con Sharryland (il portale delle meraviglie italiane), promuove le cantine produttrici dei vini soggetti al Concorso e i territori di appartenenza pure su scala internazionale.  

“Dopo diciotto anni di attività e accompagnamento nella crescita, sviluppo e promozione dei vini biologici – conferma Ignazio Garau, manager del comitato Premio Biodivino – quest’anno Biodivino, promosso con l’aiuto e la collaborazione dell’assessorato Agricoltura della Regione Sicilia, organizza l’incontro in Sicilia. Un incontro importante perché sottolinea la funzione e il primato della Sicilia rispetto alle produzioni di agricoltura biologica e al comparto dei vini. Un’opportunità per valorizzare il settore vitivinicolo siciliano offerta alle cantine per avere una valutazione dei propri vini e un confronto delle produzioni siciliane con quelle italiane. Previste pure presenze internazionali con la comparazione dei livelli ottenuti dalle produzioni nei diversi territori. Biodivino – va avanti Ignazio Garau – e pure un’opportunità per partecipare alle diverse iniziative di promozione che stiamo avviando, una delle quali, in accordo con Sharryland, riguarda la 1ª bio enoteca dei vini biologici, ossia uno spazio dedicato alla presentazione delle cantine che consente l’acquisto diretto dei vini, da parte dei fruitori, attraverso un filo diretto con le società produttrici. Un’innovazione importante che permette a tutte le cantine di avere una vetrina in rete, vendere i propri vini, acquisire notorietà e distribuire i propri prodotti in diversi contesti nazionali e internazionali”.

Biodivino non e solo una mera competizione tra vini ma una importante piattaforma di lancio per le società vitivinicole e il contesto ambientale. Un’altra iniziativa che porta la firma di Italia Bio e Sharryland. “Insieme con Sharryland – va avanti Ignazio Garau – stiamo lanciando “La cantina delle meraviglie”, un premio attribuito alla cantina che mostrerà la più attenzione e organizzazione per l’accoglienza dei visitatori. Riteniamo, difatti, che pure questo sia un aspetto importante: il vino non e solo vendita del prodotto ma pure promozione del territorio.

Nei diciotto anni di attività di Biodivino, i vini biologici sono passati dall’attenzione di un ristretto gruppo di fruitori all’apprezzamento di un pubblico più grande e in continua crescita. Come rileva Ismea, in un recente quaderno dedicato alla “Filiera vitivinicola biologica”, pure il vino si tinge di verde, non a caso si registra una continua crescita dei consumi di vino biologico che, nel prossimo biennio, vedrà un incremento della sua quota di mercato. Spinto dalla domanda dei fruitori di prodotti rispettosi dell’ambiente, il consumo di vino biologico e praticamente raddoppiato rispetto al 2013.

“Il trend all’incremento dei consumi in tutto il settore bio – conclude Ignazio Garau – si e mantenuta in continuo sviluppo pure in questi anni di emergenza medica”. Secondo il resoconto Enpaia-Censis, presentato al Vinitaly 2022, sul rapporto tra giovani (fascia di età 18-34 anni) e vino vale la scelta “meglio meno ma di qualità”: il 56,8 per cento dei giovani e ben orientato verso vini biologici e apprezza le società agricole attente alla sostenibilità ambientale.
 

Dove: Abbazia benedettina di San Martino delle Scale Piazza Platani, 11 Monreale
Quando: Dal 23/06/2022 al 26/06/2022 da domani orario all’interno dell’articolo
Prezzo: Gratis
Info: Altre informazioni

Show More

Lascia un commento