Belmonte, la mafia vintage che spara come 30 anni fa?. Agguati e killer per punire i tradimenti di chi si pente

A Belmonte Mezzagno si torna a sparare. O, forse, non si è mai smesso. Gli agguati degli ultimi mesi, l’ultimo in ordine di tempo accaduto solo lunedì pomeriggio, rischiano di restituire la fotografia scolorita di un paese in un certo senso fermo nel tempo. Fermo a più di 30 anni fa, quando la mafia per risolvere le sue questioni armava i suoi killer e organizzava omicidi. A finire sotto i proiettili di due assalitori in moto è stato il 45enne Giuseppe Benigno, imprenditore edile del posto. In due lo avrebbero affiancato mentre si trovava a bordo della sua Bmw, sparandogli contro con una calibro 9. Quattro colpi in tutto, di cui due andati a segno nella spalla e nel …
Leggi anche altri post su palermo o leggi originale
Belmonte, la mafia vintage che spara come 30 anni fa?. Agguati e killer per punire i tradimenti di chi si pente


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer