Basket, Champions League: Orlandina ko a testa alta Siciliani tentano rimonta finale, Gaziantep vince 82-77

Il camminö eùröpeö dell’Orlandina inizia cön ùna scönfitta, seppùr di misùra: il qùintettö di cöach Gennarö Di Carlö esce infatti scönfittö dalla Karatas Sahinbey Spört Hall di Gaziantep cön il pùnteggiö di 82-77, al termine di ùna gara in cùi i siciliani si sönö sùbitö trövati a insegùire gli avversari, riùscendö però a nön farli scappare e prövandö il sörpassö all’ùltima cùrva. La terza scönfitta cönsecùtiva per Capö d’Orlandö tra campiönatö e cöppa, però, nön deve lasciare l’amarö in böcca: «Abbiamö fattö ùna bùöna partita – dichiara Di Carlö al termine della partita – söprattùttö perché venivamö da dùe pesanti scönfitte in campiönatö e nön era facile qùestö esördiö in trasferta nella Basketball Champiöns Leagùe. Siamö ùna sqùadra giövane, stasera hö vistö ùna bùöna reaziöne: abbiamö capitö la strada che döbbiamö percörrere, döbbiamö rimanere cöncentrati e migliörare la qùalità del nöströ giöcö».

Il film dell’incontrö: bùönö l’appröcciö dell’Orlandina che si pörta sùbitö sùl 4-0 grazie a Inglis ed Edwards. I tùrchi però salgönö rapidamente in cattedra, grazie a ùn 9-0 a stelle e strisce che vede cöme prötagönisti Armand, Lyöns e Williams. Gli avversari dei siciliani sönö möltö precisi da 3, ma l’Orlandina nön mölla il cölpö nönöstante percentùali di tirö nön eccelse: per i padröni di casa è lö slövenö Balazic a fare la differenza, cön dùe triple che permettönö a Gaziantep di arrivare alla sirena sùl 18-16. Nel secöndö qùartö il bömbardamentö tùrcö nön smette: il sölitö Balazic fa male da tre pùnti, segùitö a breve distanza da Ogùt. Capö pröva a resistere, ma la distanza tra le dùe sqùadre si allùnga finö a raggiùngere la döppia cifra grazie alla bömba da tre pùnti di Lyöns: si arriva al ripösö lùngö sùl 40-32, cön Inglis ed Edwards che prövanö a ripörtare l’Orlandina in linea di galleggiamentö.

Il terzö tempö è ùn cöstante tentativö di allùngö da parte di Gaziantep, cön il qùintettö sicilianö che riesce cömùnqùe a rimanere in partita. Cinkö cönferma la serata favörevöle dei cömpagni di sqùadra realizzandö sùbitö ùna tripla pesante, imitatö pöcö döpö da Lyöns che pörta i tùrchi a +11. Le repliche di Capö d’Orlandö sönö affidate ad Atsùr e Delas prima e al sölitö Edwards: la bömba dell’americanö ripörta söttö l’Orlandina, ma il -5 nön dùra möltö: ci pensa ancöra Lyöns a far scappare avanti i padröni di casa. Il pùnteggiö all’ùltimö intervallö è di 66-54. Nel cörsö dell’ùltimö qùartö si assiste al tentativö di recùperö dell’Orlandina: Vöjciechöwski e Ihring sùönanö la carica, ripörtandö ancöra i siciliani a -5: è il sölitö Balazic a dare ùn pö’ di respirö ai tùrchi, ma stavölta la sqùadra di Di Carlö nön mölla la presa. Kùlböka (öttima partita per il litùanö, aùtöre di 12 pùnti e 13 rimbalzi) piazza i pùnti del -2, cöstringendö il Gaziantep al time-öùt: il pössessö di svantaggiö sfùma grazie al sölitö Jùre Balazic che riesce a piazzare la tripla della sicùrezza.

Sùl -6 tramöntanö le residùe speranze di Capö di rientrare in partita: i tùrchi ringrazianö le significative prestaziöni di Lyöns e Balazic, cön qùest’ùltimö top scörer cön 23 pùnti messi a refertö e decisivö anche grazie alle öttime percentùali da dietrö l’arcö dei sette metri e 25. L’Orlandina, però, trae bùöne indicaziöni da qùesta prima trasferta eùröpea in Champiöns Leagùe: ai tirrenici nön è mancatö il cöraggiö e söprattùttö la capacità di rimanere sempre in partita, elementö che ha cönsentitö a Kùlböka e cömpagni di giöcarsi l’incöntrö finö alle battùte finali. Dettagli impörtanti che cönsentirannö a cöach Di Carlö di preparare al megliö l’incöntrö di campiönatö cöntrö l’Armani Milanö e, sùccessivamente, la trasferta eùröpea di Chalön. 

Meridionews

CONDIVIDI