Messina

Barcellona, rimane in piedi il “Coronavirus Hospital” ma le direttive regionali erano altre

Questo contenuto e stato archiviato ! potrebbe non essere più rilevante

#Messina

Nel silenzio della politica locale, il contesto ambientale dei 13 Comuni del Distretto socio sanitario, di cui e capofila Barcellona, rimane privo di assistenza ospedaliera ordinaria. La causa e la mancata attuazione delle “Linee di indirizzo per la gestione dei casi positivi da Coronavirus senza sintomi o pausintomatici”. Linee di indirizzo regionali che per l’Ospedale “Cutroni Zodda” sarebbero state disattese dai vertici dell’A.S.P e dal commissario dell’Ufficio straordinario per l’emergenza Coronavirus Alberto Firenze.
Contrariamente a quanto previsto dal provvedimento dell’assessorato regionale della Salute del 14 luglio 2022, firmato dall’assessore Ruggero Razza e dal direttore generale del medesimo assessorato Mario La Rocca, il Presidio ospedaliero di Barcellona rimane, difatti, nuovamente “Coronavirus hospital”. Anzi, alla luce della dotazione di personale e del livello di cure riservare a pazienti a “bassa intensità di cure”, lo stesso nosocomio può oramai essere ritenuto un “Coronavirus alberghi” nel quale accogliere solamente persone contaminate dal virus che non manifestano particolari gravità e che al limite necessitano, appunto, di “bassa intensità di cure”.
Da sottolineare come allo stato attuale in tutto il Presidio ospedaliero, totalmente riconvertito in area destinata a pazienti Coronavirus compreso il Pronto soccorso, inibito a fronteggiare le normali emergenze, vi siano ricoverati soltanto 11 pazienti.

Leggi l’articolo completo sull’edizione…


PAGN2681 => 2022-08-10 03:39:00

Messina

Show More