Azienda consortile per la gestione idrica: vittoria del movimento per l’acqua agrigentine

Una votazione storica quella che si è svolta ieri pomeriggio presso l’ATI di Agrigento: i Sindaci presenti hanno deliberato all’unanimità che il futuro gestore del servizio idrico integrato sarà una Azienda speciale consortile composta da tutti i comuni dell’area. 

“Con la costituzione dell’Azienda speciale consortile la provincia di Agrigento sarà la prima a livello nazionale a rispettare la volontà popolare espressa a larghissima maggioranza con i referendum del 2011. Per la prima volta in Italia ed in Sicilia sarà un ente di diritto pubblico e non una S.p.A. a gestire le risorse idriche a livello provinciale, garantendo la partecipazione ed il controllo democratico delle cittadinanze e dei lavoratori. Finora il primato era detenuto da Napoli con la gestione di ABC ma solo a livello comunale e non di provincia o ambito territoriale. Una svolta epocale dopo 12 anni di disservizi, illegittimità ed illegalità …
Leggi anche altri post su Agrigento o leggi originale
Azienda consortile per la gestione idrica: vittoria del movimento per l’acqua agrigentine


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer