Augusta, maxi frode negli appalti al polo industriale. Lavori aggiudicati con forti ribassi grazie a irregolarità

Una maxi frode fiscale nel Polo industriale di Augusta è stata scoperta dalla Guardia di Finanza che sta eseguendo 5 ordinanze di custodia cautelare (due in carcere e tre ai domiciliari) e 5 divieti interdittivi disposti dal Gip nell’ambito di un’inchiesta coordinata dalla Procura di Siracusa. 

In corso anche il sequestro di somme per oltre 43 milioni di euro. La frode sarebbe stata commessa da una consorzio di società che lavorano nel Polo industriale, attraverso l’acquisizione di appalti con forti ribassi possibili grazie al mancato versamente di contributi, omesse dichiarazioni e false fatturazioni. Gli indagati rispondono di reati fiscali e fallimentari, oltre che di associazione a delinquere finalizzata alla truffa.

I dettagli dell’operazione saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terrà oggi alle ore 10,30, presso il Comando provinciale della Guardia di Finanza di Siracusa, alla presenza del Procuratore …
Leggi originale
Augusta, maxi frode negli appalti al polo industriale. Lavori aggiudicati con forti ribassi grazie a irregolarità


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer