Audio choc su Falcone e Borsellino Nicosia: “Sempre la stessa merda”


PALERMO – Antonello Nicosia provava disprezzo per i magistrati antimafia. Le microspie hanno captato una conversazione agghiacciante dell’uomo arrestato stamani nel blitz dei finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria, dei carabinieri del Ros e del comando provinciale di Agrigento. Le rilevazioni della Dda hanno svelato la vera identità di Nicosia. Il suo ruolo di paladino dei diritti dei detenuti e di assistente parlamentare erano solo di facciata. In verità Nicosia sarebbe un mafioso del clan di Sciacca, legato a boss vicinissimi a Matteo Messina Denaro.

Mentre era in macchina con un esponente nazionale, come lui, dei Radicali, transitando nei pressi del “Falcone e Borsellino di Punta Raisi”, Nicosia diceva: “…
Leggi anche altri post su Agrigento o leggi originale
Audio choc su Falcone e Borsellino Nicosia: “Sempre la stessa merda”


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer