Arrestato nel maxi blitz “Apocalisse” Confiscati i beni per 5 milioni


PALERMO – Dopo il sequestro arriva la confisca e il suo patrimonio finisce nelle mani dello Stato. Si tratta di beni per cinque milioni di euro riconducibili a Girolamo Taormina, 37 anni, ritenuto boss di Tommaso Natale e finito in arresto durante la maxi operazione antimafia “Apocalisse”.

Il provvedimento è stato emesso dalla sezione Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Palermo sulla base delle rilevazioni patrimoniali condotte dalla Divisione Anticrimine della questura. Nel dettaglio, sono stati confiscati un appartamento, due società nel settore della distribuzione all’ingrosso di carni, cioè “Ingross Carni srl” e “Punto Carne srl“, un supermercato in via Danimarca e la quota pari al 50 per cento del capitale sociale della società “Princess Scalea Club”, il …
Leggi anche altri post su Palermo o su Catania o leggi originale
Arrestato nel maxi blitz “Apocalisse” Confiscati i beni per 5 milioni


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer