Anziano pestato dopo la rapina a Grotte: tre condanne dopo oltre 6 anni


Anziano pestato dopo la rapina a Grotte: tre condanne dopo oltre 6 anni 

Condannati e arrestati per una rapina violenta. I carabinieri della Compagnia di Canicattì hanno portato in carcere i responsabili dell’aggressione a un loro concittadino a Grotte, in provincia di Agrigento, nel giugno del 2014. Il provvedimento di carcerazione è stato emesso dal Tribunale di Agrigento a conclusione del processo durante il quale l’Autorità Giudiziaria ha totalmente accolto e condiviso le ipotesi formulate dai militari della Stazione di Grotte durante le indagini.

I carabinieri, sfruttando i sistemi di videosorveglianza presenti in paese e le testimonianze, hanno ricostruito i momenti concitati della rapina: la notte del 7 giugno 2014 la vittima sessantacinquenne si accorse che tre malviventi stavano smontando la sua auto. Ma una volta sceso in strada fu pestato dai banditi prima di darsi alla fuga. L’uomo riportò ferite che gli costarono 30 giorni di prognosi.

Dopo l’aggressione furono identificati due italiani ed un romeno, tutti già noti alle forze dell’ordine: dopo il processo è arrivata la condanna a 3 anni e un mese di reclusione e al pagamento della multa di 1.920 euro per i due italiani. Il romeno, invece, per via di un cumulo di pena relativo ad altri reati, resterà in carcere per 6 anni, 4 mesi 4 giorni, oltre a dover pagare la multa di 1920 euro.

© Riproduzione riservata