Anci Sicilia a Conte: “Intervenga sul caro tariffe aerei”

“Negli ultimi anni, a fronte di un aumento delle tratte internazionali da e verso gli aeroporti della Sicilia, si è assistito a una progressiva diminuzione dell’offerta di collegamenti aerei con le principali destinazioni nazionali, in particolare Roma e Milano Malpensa. Ciò si è accompagnato a una politica tariffaria, soprattutto da parte della compagnia di bandiera. Tale situazione, unita alla clamorosa carenza di soluzioni realisticamente alternative al trasporto aereo (Trenitalia offre un solo treno giornaliero con destinazione oltre Roma in partenza da Palermo e uno in partenza da Catania), costituisce un grave danno per l’economia e una palese disattenzione per le esigenze dei siciliani”. Lo dice il presidente dell’AnciSicilia, Leoluca Orlando, in una lettera inviata al premier Giuseppe Conte, alla ministra dei Trasporti Paola De Micheli, al viceministro Giancarlo Cancelleri, al presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, e all’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone. “Occorre adottare – continua Orlando – prendendo …
Leggi anche altri post su Palermo o leggi originale
Anci Sicilia a Conte: “Intervenga sul caro tariffe aerei”


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer