Amministrative Agrigento, Tardino apre a Catalano: la Lega converge sulla presidente del Consiglio?


Amministrative Agrigento, Tardino apre a Catalano: la Lega converge sulla presidente del Consiglio? 

“Apprezzo disponibilità di Catalano, non interessati ai giochi dei potentati”. Può essere letta come un’apertura sul nome di Daniela Catalano quella dell’europarlamentare della Lega Salvini Primo ministro Annalisa Tardino. Il nome dell’attuale Presidente del Consiglio circola ormai da settimane e le interlocuzioni stanno continuando a ritmo serrato.

“Nel dibattito stantio sulle candidature di Agrigento, capoluogo di una provincia maltrattata, ultima in tutte le classifiche nazionali, lontana anni luce dai tormentoni cavalcati solo durante le campagne elettorali- in primis turismo e beni culturali- è molto positiva la disponibilità a candidarsi primo cittadino ad Agrigento data da Daniela Catalano, l’attuale Presidente del Consiglio comunale – i discorsi di Annalisa Tardino (nella foto qui accanto) – Una persona perbene, avvocato stimato, giovane politica che con senso del dovere e caparbietà ha fin qui rivestito un ruolo istituzionale tanto importante. La sua disponibilità rappresenta una candidatura terza, attorno alla quale può ritrovarsi non solo la Lega, ma pure altre forze politiche di centrodestra, che abbiamo sempre inteso unire in un progetto condiviso. La Lega cerca di dare ai territori i candidati più spendibili. Non ci lasciamo condizionare dai giochi dei potentati di turno, e nemmeno ci piace dar credito a personaggi da show di varietà”.

Annalisa Tardino ne ha pure per la politica agrigentina e per una serie di tira e molla da cui sono state contraddistinte queste ultime settimane di pre campagna elettorale.

“Mi appare evidente come il gioco delle parti sia quello di fingere di cambiare per mantenere tutto fermo, per non scomodare nessuno, indicando con falso civismo candidati già apertamente schierati pure in coalizioni apparentemente opposte, ovvero nel dare per nuovo e vincente chi ha già perso tante battaglie e non solo politiche. Poi, come ci siamo abituati a vedere, ecco che nei mass media locali il nome terzo diventa immediatamente leghista e, accipicchia, si scopre essere ‘alfaniano’, tanto per cercare di confondere… Beh, mi fa sorridere questo tentativo, maldestro e mal riuscito, di screditare un candidato per una passata e chiusa appartenenza politica, quando nessun esponente della destra locale può dirsi essere stato totalmente lontano da Angelino Alfano, oggi, peraltro, lui, sì fuori dai giochi politici. Quindi bando all’ipocrisia. Con la serietà, che mi spiace dire, solo la Lega sta dimostrando – conclude l’europarlamentare della Lega – continuiamo ad ascoltare la gente, che invece farebbe comodo a qualche potentato, obbligare ad astenersi dal voto. Sta alla politica agire con responsabilità. Mi piace sostenere una politica di cambiamento reale con proposte serie, quelle che oggi non mi hanno dato da qualche interlocutore agrigentino, ma che siamo sempre disponibili a ricevere ed ascoltare”.

Sulle amministrative ad Agrigento un commento arriva pure dal senatore Stefano Candiani. “Sono molto contento del lavoro di raccordo che sta svolgendo Annalisa Tardino ad Agrigento. E’ indubbio che qualcuno pensava già di avere il lupo nel sacco ma non ha considerato che forse svecchiare il modo consolidato di fare politica può essere la strada più apprezzata dagli agrigentini. Il nostro obiettivo – continua il segretario della Lega Salvini in Sicilia – resta quello di avere un candidato in grado di aggregare a sé forze politiche di Centro destra e altre forze civiche capaci di superare le sacche di astensionismo create da Firetto e dai vari potentati locali. Questa è la nuova via che la Lega ha scelto per Agrigento e per gli altri comuni chiamati alle urne. Una strada nuova, costellata di proposte e all’insegna dell’affidabilità e del cambiamento. Sto apprezzando molto – conclude Candiani – il lavoro e l’impegno di Annalisa Tardino che sta confermando pure ad Agrigento il suo valore in un contesto per nulla facile”.

seguici...sullo stesso argomento