Catania

Ambiente, Costanza Catania allacciata al depuratore entro il 2026

Questo contenuto e stato archiviato ! potrebbe non essere più rilevante

#Catania

Le dichiarazioni di Riccardo Costanza, sub commissario nazionale delegato per l’attuazione dei provvedimenti in Sicilia, sui lavori per allacciare Catania al depuratore di Pantano D’Arci.

Per una grande città come Catania, essere sprovvista di una rete fognaria adeguata e di un depuratore efficiente e un dramma continuo e noto ai più. Con un’emergenza rifiuti che continua da anni e degli standard ambientali europei da rispettare, la gestione dei lavori per la esecuzione di buoni impianti di depurazione e un argomento di rilievo in Sicilia.

Sull’isola 8 interventi sono stati completi, mentre 26 risultano in corso di realizzazione. L’impianto più rilevante e a Catania, dove si prevede la esecuzione delle reti di drenaggio urbano e dei depuratori consortili di Misterbianco, Acireale, Mascali e Catania per un valore totale di piu o meno un miliardo di euro.

In un’intervista per QdS – creata da Antonio Leo – ha discusso della situazione catanese per quanto riguarda il lato depurazione Riccardo Costanza, sub commissario nazionale delegato per l’attuazione dei provvedimenti in Sicilia.

Lo stato dei lavori

Quella della costa ionica e una delle situazioni più complesse in Sicilia. Quanto tempo ci vorrà per allacciare Catania, Acireale e Aci Castello al depuratore di Pantano D’Arci e ridurre così gli sversamenti di immondizia e melma in mare? La risposta di Costanza dinnanzi a questa domanda non e e, sfortunatamente,…


PAGN2681 => 2022-08-07 20:14:00

Catania

Show More