All’Ars cerimonia solenne per Piersanti Mattarella: presente il capo dello Stato

116
All'Ars cerimonia solenne per Piersanti Mattarella: presente il capo dello Stato

Il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, è a Palazzo Reale, a Palermo, per la seduta solenne in memoria del fratello Piersanti, l’ex presidente della Regione siciliana assassinato dalla mafia 40 anni fa. Nell’aula di sala d’Ercole sono presenti i familiari di Piersanti Mattarella e le massime autorità istituzionali, civili e militari, tra cui il presidente dell’Assemblea siciliana Gianfranco Miccichè e il governatore Nello Musumeci.
“L’ufficio di Presidenza di questa Assemblea ha deciso di intitolare a Piersanti Mattarella la nuova biblioteca dell’Ars”. L’ha annunciato il presidente dell’Assemblea siciliana Gianfranco Miccichè nel suo intervento d’apertura della seduta solenne, in corso a Palazzo Reale, in memoria di Piersanti Mattarella, assassinato dalla mafia 40 anni fa, alla presenza del Capo dello Stato, Sergio Mattarella.

IL DISCORSO DEL GOVERNATORE MUSUMECI
“Queste mura sono testimoni dell’appassionato e intelligente impegno profuso da Piersanti Mattarella. Nonostante il breve arco di tempo la sua attività ci dà la misura del suo notevole spessore culturale. Con un simile bagaglio chissà quale futuro avrebbe avuto quel figlio d’arte, se il destino non si fosse abbattuto di lui”. Così il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, nel suo intervento alla seduta solenne, a Palazzo Reale, in memoria di Piersanti Mattarella, assassinato dalla mafia 40 anni fa. “Il merito maggiore del presidente Piersanti Mattarella consiste nell’avere accettato la sfida del cambiamento e dell’innovazione – ha aggiunto – La mafia, la cui presenza si osava negare a quei tempi, attivava il suo feroce braccio armato per affermare la sua feroce supremazia: questo lo sfondo tragico e sanguinario su cui lui fu chiamato ad agire con coraggio, con riforme essenziali e profonde, con la necessità del risanamento e del cambiamento”.