Agrigento, evade dai domiciliari: condannato 34enne

Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento Alfonso Pinto ha condannato alla pena di otto mesi di reclusione Daniele Passarello, 34enne agrigentino, per il reato di evasione. L’accusa, rappresentata dal pm Gambina, ne chiedeva la condanna a nove mesi.

Passarello è stato riconosciuto colpevole del reato di evasione dagli arresti domiciliare dove sta scontando una pena a quattro anni e quattro mesi di reclusione per il tentato omicidio con nove coltellate nei confronti del padre. Per questo procedimento il tribunale ha riconosciuto un parziale vizio di mente.

Adesso nuova condanna per l’imputato, difeso dagli avvocati Re e Neculai, per il reato di evasione.