Agrigento, calci per far abortire la compagna: condannato a due anni ma torna libero


Agrigento, calci per far abortire la compagna: condannato a due anni ma torna libero

Due anni di reclusione, risarcimento per la vittima, ma pena sospesa e arresti domiciliari revocati: il giudice dell’udienza preliminare di Agrigento, Stefano Zammuto, ha emesso la sentenza del processo a carico di un fornaio quarantunenne di Grotte riconosciuto colpevole di maltrattamenti e stalking ai danni dell’ex compagna. La donna, sostiene l’accusa, sarebbe stata maltrattata dal novembre…

Agrigento, calci per far abortire la compagna: condannato a due anni ma torna libero

Il Fatto Nisseno