Agrigento, assolto per maltrattamenti sull’ex moglie ma a processo per stalking

Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento Fulvia Veneziano ha assolto dal reato di maltrattamenti in famiglia un 35enne agrigentino perché il fatto non sussiste. L’uomo era finito a processo con l’accusa di aver alzato le mani e vessato continuamente l’ex compagna che, nel corso del processo, aveva anche ritirato la querela. 

Dato ininfluente considerato che per questo tipo di reati si procede d’ufficio. Nel corso del dibattimento la difesa dell’imputato, rappresentata dall’avvocato Alba Raguccia, è riuscita a dimostrare la non provata responsabilità dell’uomo in ordine ai reati a lui contestatigli. L’accusa ne chiedeva la condanna ad un anno e quattro mesi di reclusione.

Trentacinquenne che, però, è stato rinviato a giudizio per un’altra vicenda delicata sempre con gli stessi protagonisti. Secondo l’impianto accusatorio l’imputato avrebbe praticato il cosiddetto “Revenge Porn”, vale a dire una vendetta a sfondo social contro l’ex partner minacciando o divulgano proprio materiale intimo su piattaforme social.