Agrigento, armi e munizioni in casa: Gerlando Massimino ai domiciliari

I giudici della prima sezione penale del Tribunale di Agrigento hanno disposto la scarcerazione e l’applicazione della misura degli arresti domiciliari per Gerlando Massimino, 26 anni, nipote del boss Antonio Massimino, arrestato insieme allo zio nel febbraio scorso dopo che nella sua villa di quest’ultimo era stato trovato un mini-arsenale.

Per i giudici, infatti, si sono “affievolite le esigenze cautelari in considerazione del considerevole lasso di tempo tracsorso, del corretto comportamento, della giovane età, dell’esistenza di un unico precedente a suo carico e dell’inizio del processo”.

Il pm Gloria Andreoli aveva espresso parere negativo all’istanza di scarcerazione. A Gerlando Massimino verrà applicato il braccialetto eletronico.

Leggi anche altri post su Agrigento o leggi originale
Agrigento, armi e munizioni in casa: Gerlando Massimino ai domiciliari


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer