Categorie
notizie

Afroamericano ucciso a Minneapolis, arrestata l’agente: incriminata per assasinio

Afroamericano ucciso a Minneapolis, arrestata l’agente: incriminata per assasinio

Un frame del video dell’assasinio di Daunte Wright All’indomani della terza notte consecutiva di scontri con la polizia a Brooklyn Center, la procura ha deciso di arrestare la poliziotta bianca che ha ucciso il ventenne afroamericano Daunte Wright e di incriminarla per assasinio di secondo grado, equivalente al nostro assasinio preterintenzionale: un reato che prevede una pena sino a 40 anni. La tensione però resta alta nel sobborgo a nord di Minneapolis, nonostante Kim Potter si sia dimessa martedì, insieme al capo della polizia locale Tim Gannon, secondo cui l’agente ha usato per sbaglio la pistola d’ordinanza scambiandola per il taser dopo che il ragazzo ha tentato di fuggire in auto.Era stato fermato per la targa scaduta, ma era poi stato tratto in arresto per un mandato pendente, non essendosi presentato in tribunale a rispondere delle accuse di essere scappato in giugno alla polizia e di possedere un’arma senza licenza.

Il post intitolato: Afroamericano ucciso a Minneapolis, arrestata l’agente: incriminata per assasinio è stato inserito il 2021-04-14 18: 32: 44 dal sito online (gds.)

Approfondisci

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo