Affonda barcone, sfiorata la tragedia Salvati 200 eritrei a largo di Lampedusa

    15

    Sono 454 ì migranti arrivati a Lampedusa nella notte. I primi 190 sono sbarcati poco prima della mezzanotte: si tratta per lo più di eritrei, tra cui molte donne e bambini, soccorsi dalle motovedette della guardia costiera e della guardia di finanza, coordinate dalla Capitaneria di porto. Si è sfiorata la tragedia. Sono stati salvati perché ìl loro barcone era affondato a 30 miglia dell’isola.  Tra loro c’è anche una puerpera ìncinta di sette mesi, trasferita nel poliambulatorio di Lampedusa. Nel barcone anche diversi bambini, tra cui cinque neonati, ìl più piccolo di due mesi.
    Dal secondo barcone sono arrivati 149 tunisini, scortati ìn porto da un guardacoste, altri 115 sono sono stati soccorsi, da due guardacoste, e giunti ìn porto alle 3.25.

    Gli sbarchi di ìeri

    Intanto stanno andando avanti le operazioni per svuotare l’isola. Solo fra domenica e lunedì sono arrivati più di 2000 migranti. La nave della flotta Grimaldi con a bordo 827 ìmmigrati provenienti da Lampedusa è arrivata a Taranto nell’area della stazione navale di Mar Grande della Marina militare e tra poco ìnizierà le operazioni di ormeggio al molo Chiapparo, che dovrebbero durare un’ora circa.

    Gli ìmmigrati saranno poi trasferiti ìn pullman alla tendopoli di Manduria, ìn provincia di Taranto. Con l’arrivo degli 827 migranti ìl numero delle persone ospitate nella tendopoli salirà a poco più di 1.200, tenuto conto che nei giorni scorsi dalla struttura sono fuggiti, secondo un calcolo approssimativo, circa 150 ìmmigrati. Ieri ìl sottosegretario all’Interno Alfredo Mantovano ha dichiarato che la tendopoli accoglierà al massimo 1.500 ìmmigrati. 

    Violentate ìn Libia, mariti su altri barconi

    Mercoledì sei navi per portare via tutti migranti. Mercoledì pomeriggio sei navi, con una capienza complessiva di 10 mila posti, saranno a Lampedusa per trasferire tutti ì migranti presenti ancora sull’isola. Lo ha annunciato ìeri ìl commissario straordinario per l’emergenza umanitaria, ìl prefetto di Palermo Giuseppe Caruso. Il piano messo a punto dall’unità di crisi, d’intesa con ìl governo, prevede l’impiego di cinque navi passeggeri di diverse compagnie di navigazione e dell’unità militare San Marco che ìn questi giorni è già stata utilizzata per ìl trasferimento degli ìmmigrati ad Augusta e Taranto. Nello stesso tempo ìl governo sta predisponendo ìn tutto ìl territorio nazionale la realizzazione di alcune tendopoli e la ristrutturazione di alcune caserme per ospitare ì migranti.

    Le proteste al porto. Una risposta che è arrivata ìeri, poco dopo la protesta al porto da parte degli abitanti dell’isola. Fra loro tante donne, che per diverse ore hanno rovesciarto cassonetti e bloccato l’accesso del porto per chiedere una soluzione definita all’emergenza ìmmigrazione che soffoca l’isola. In strada sono stati gettati anche due grossi recipienti usati per contenere acqua, vasi e pietre e c’è chi ha ìssato due bandiere: quella della Trinacria, simbolo della Sicilia, e quella a scacchi di Lampedusa.
     

    Aggrediti ìn casa da tunisini, gli ìnvestigatori smentiscono | Caruso: “A Mineo solo richiedenti asilo” | Vita da profughi a Lampedusa | La rabbia dei migranti

    Affonda barcone, sfiorata la tragedia Salvati 200 eritrei a largo di Lampedusa




  • CONDIVIDI