Abusi su minori, nel processo a Catania in 17 si costituiscono parte civile

Sono diciassette le richieste di costituzione di parte civile nel processo ’12 apostoli’ per presunti abusi sessuali su minorenni consumati in una comunità di ispirazione cattolica: otto parti lese, altrettante associazioni e la Diocesi di Acireale, rappresentata dall’avvocato Giampiero Torrisi. Il Tribunale di Catania si è riservato di decidere nella prossima udienza, il 16 dicembre, dopo l’intervento delle parti. Tra i quattro imputati il ‘santone’ Piero Alfio Capuana (nella foto), 75enne bancario in pensione, alla guida della comunità che avrebbe abusato di ragazzine tra i 13 e i 15 anni, in alcuni casi con la complicità delle madri delle vittime. E’ difeso dall’avvocato Mario Brancato. Con lui a processo anche tre presunte fiancheggiatrici: Katia Concetta Scarpignato, Fabiola Raciti e Rosaria Giuffrida. Secondo l’accusa, gli abusi, compiuti plagiando le ragazze, erano presentati come purificazione compiuta da un ‘arcangelo’ reincarnato. Nel processo alcune delle giovani vittime si sono costituite …
Leggi anche altri post su Catania o leggi originale
Abusi su minori, nel processo a Catania in 17 si costituiscono parte civile


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer