“No alla droga, si alla vita”, campagna di bonifica a Palermo

    150

    Non cambia lo scenario dei sottopassaggi della circonvallazione di Palermo sempre al centro di polemiche su come bonificarle.
    Incuria, siringhe, immondizia di tutti i generi e nessuna illuminazione a fare da scudo a chi necessita della dose giornaliera di droga, ma a discapito dei comuni cittadini che dovrebbero poter usufruire dei sottopassaggi.
    Questo è quello che i volontari della Chiesa di Scientology che aderiscono alla campagna “dico no alla droga, dico si alla vita”, ispirata alle opere di L.
    Ron Hubbard, hanno potutto constatare.
       
    I volontari, intervenuti nel pomeriggio di martedì 21 dicembre, a quasi un anno dall’ultima bonifica, hanno rimosso un centinaio di siringhe in un solo sottopassaggio e hanno potuto osservare che nessun progetto è stato realizzato per arginare il problema dopo 12 mesi.
    “L’intervento – dicono – non vuole sostituirsi alle responsabilità delle amministrazioni o organi preposti alla quotidiana pulizia, vuole però destare l’attenzione su problemi reali quali la tossicodipendenza che necessita di programmi sempre più incisivi per limitarne la diffusione e l’incuria”.
    Fotogallery




  • CONDIVIDI